Vai al contenuto

  • Connettiti con Facebook Log In with Google      Connettiti   
  • Registrati

Close Open
Close Open
Foto
- - - - -

Reverse micro nikkor 40mm


4 risposte a questa discussione

#1 Giulia Mecca

Giulia Mecca

    Nuovo arrivato

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2 messaggi
  • Time Online: 2h 22m 48s

Inviato 20 marzo 2019 - 13:44

Salve!
Sono interessata alla microfotografia e avrei bisogno di aiuto per capire le specifiche di un anello novoflex che mi servirebbe per regolare il diaframma del mio obiettivo montato al contrario.
Vi spiego meglio, io ho una nikon d40, vorrei comprare un soffietto PB-5, al quale attaccare al contrario (reverse lens) il mio obiettivo ASF-DX micro nikkor 40mm f/2.8G con un anello Br2a. Ho letto che sarebbe necessario anche un anello novoflex da attaccare all'estremità dell'obiettivo per regolare l'apertura del diaframma in modalità manuale, ma non riesco a trovare le specifiche di questo prodotto.
Mi sono fatta guidare da questo articolo che però non specifica troppo quale anello mi servirebbe:
https://www.nikonsch...mm2.php#ripresa

Spero possiate aiutarmi,

Giulia

 

 



mc digital

#2 Mauro Orlando

Mauro Orlando

    Coordinatore Generale

  • Amministratore
  • 11369 messaggi
  • Time Online: 13d 15h 48m 44s

Inviato 20 marzo 2019 - 22:47

anello novoflex
 

è questo, ma nella foto mostra quest'altro.

 

Entrambi piuttosto costosi li useresti per 1/10 delle loro funzionalità.

Quando monti un ottica al contrario il diaframma si pone sulla posizione più chiusa che sarebbe anche molto indicata per la macro-fotografia.

Ad ogni modo puoi aprirlo un po' agendo con delicatezza sulla levetta evidenziata sotto dalla freccia gialla.

Non voglio dire che la soluzione suggerita dall'articolo non sia ottimale, ma devi considerarne il costo.


#3 Giulia Mecca

Giulia Mecca

    Nuovo arrivato

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2 messaggi
  • Time Online: 2h 22m 48s

Inviato 21 marzo 2019 - 10:27

è questo, ma nella foto mostra quest'altro.
 
Entrambi piuttosto costosi li useresti per 1/10 delle loro funzionalità.
Quando monti un ottica al contrario il diaframma si pone sulla posizione più chiusa che sarebbe anche molto indicata per la macro-fotografia.
Ad ogni modo puoi aprirlo un po' agendo con delicatezza sulla levetta evidenziata sotto dalla freccia gialla.
Non voglio dire che la soluzione suggerita dall'articolo non sia ottimale, ma devi considerarne il costo.

Grazie mille!
Effettivamente una soluzione troppo costosa. Forse sarebbe più funzionale investire su un flash per risolvere i problemi di luce? In base alle info che ho dato prima, potrebbe indirizzarmi verso un buon prodotto? (Budget 70-100 euro).
Grazie ancora :)

Giulia

Messaggio modificato da Giulia Mecca, 21 marzo 2019 - 10:28


#4 Mauro Orlando

Mauro Orlando

    Coordinatore Generale

  • Amministratore
  • 11369 messaggi
  • Time Online: 13d 15h 48m 44s

Inviato 21 marzo 2019 - 17:54

investire su un flash per risolvere i problemi di luce
 

Flash per microfotografia economici non ne conosco, ma sempre nello spirito di souzioni non professionali suggerirei di considerare luci continue.

Esistono una infinità di lampade a led di piccole dimensioni con le quali allestire uno schema luce e rimodularlo a ripetizione fino a che non va bene.

 

Mi aspetto (ma la mia esperienza pratica è limitata) che per foto ad alto ingrandimento sia necessario poter disporre le luci soprattutto lateralmente ed in modo da enfatizzare i contrasti per cui mi inidirizzerei più su un prodotto tipo quello descritto qui.

Ci sono soluzioni più sofisticate e più economiche come pure è possibile costruirsele da soli, ma non immaginerei di usare un flash anulare costoso e forse inefficace a distanze millimetriche.


#5 aldophoto

aldophoto

    Nuovo arrivato

  • Lombardia
  • StellettaStellettaStelletta
  • 20 messaggi

Inviato 22 marzo 2019 - 13:43

Premesso che con l'ottica invertita perdi TUTTI gli automatismi, il problema della macro è proprio l'illuminazione.
Infatti, se monti un obbiettivo invertito la distanza lente-soggetto sarà di pochi millimetri e il complesso soffietto-obbiettivo spesso copriranno la luce del flash.
Nel 1997 ho pubblicato un libro di macrofotografia (a pellicola, quindi!), "Tesori sommersi", ed. L'informatore piceno: le immagini di piccole conchiglie di circa
4/5 millimetri mi costringevano ad andare molto vicino al soggetto. La messa a fuoco è molto difficile per la perdita di luce dovuta all'estensione del soffietto.
Ho quasi sempre utilizzato il 55mm Micro Nikkor montato su soffietto Novoflex, a volte con l'anello BR2 per invertire l'ottica.
Illuminazione quasi sempre solo laterale con flash TTL dedicato e pannello/listello di polistirolo bianco sul lato opposto.
Adesso ti consiglierei uno Yongnuo YN-568EX II e relativo trigger, ottimi ed economici. Spero di essere stato d'aiuto

Miniature Allegate

  • copertinaTS.JPG


 

Ti va di esprimere la tua opinione su questo argomento?

E' più semplice di quanto credi! Basterà accedere con il tuo attuale account social cliccando qui e in pochi secondi potrai interagire con il nostro forum, pubblicare le tue fotografie, ricevere i commenti dagli utenti e dal nostro staff commentatori, il tutto in un ambiente cordiale e accogliente.

Ma sopratutto qui è tutto gratis, l'accesso è libero e aperto a tutti, qualunque brand tu possegga. Abbiamo 120.000 iscritti che aspettano di vedere le tue bellissime fotografie. Dai!!

 

 

 

Aspetta, non andare via!! Ci sono altri contenuti del forum che potrebbero interessarti, guarda qui sotto:




Similar Topics Collapse

3 utente(i) stanno leggendo questa discussione

1 utenti, 2 visitatori, 0 utenti anonimi




Questo messaggio Ŕ stato visualizzato da un totale di 6 utente(i)

Il Nikon Club Italia è parte integrante dell'Associazione Nazionale Domiad Photo Network, Associazione di tipo NO-PROFIT, Cod.Fisc. 97034510780, scarica qui il nostro Statuto (clicca).