Vai al contenuto

  • Connettiti con Facebook Log In with Google      Connettiti   
  • Registrati

Close Open
Close Open
Foto
- - - - -

Dilemma sensore compatte


3 risposte a questa discussione

#1 Piero Gi

Piero Gi

    Nuovo arrivato

  • Inattivo
  • StellettaStellettaStelletta
  • 5 messaggi
  • Time Online: 6h 4m 34s

Inviato 25 gennaio 2018 - 21:42

Salve, vorrei sapere per favore se si può giudicare la qualità di una fotocamera in base alla grandezza del sensore. In pratica ho letto che le fotocamere con sensore più grande fanno foto più luminose e reggono meglio alti ISO ma ho visto anche che quelle con sensore più piccolo hanno un range di diaframma più aperti. Quindi mi chiedo in termini di qualità dell'immagine, un sensore APS-C con diaframma F 2.8-5.6 è perfettamente equiparabile ad un sensore da 1 pollice con F 1.8-2.8?

 

 



mc digital

#2 Mauro Orlando

Mauro Orlando

    Coordinatore Generale

  • Amministratore
  • 11339 messaggi
  • Time Online: 13d 6h 2m 22s

Inviato 26 gennaio 2018 - 08:30

un sensore APS-C con diaframma F 2.8-5.6 è perfettamente equiparabile ad un sensore da 1 pollice con F 1.8-2.8

No.

 

 

 

La questione non può essere semplificata in questo modo e perdonami credo tu abbia mescolato un po' di concetti che si legano ad elementi tecnologici e fisici diversi.

La dimensione del sensore dal punto di vista geometrico condiziona innanzitutto (a parità di focale dell'obiettivo) l'angolo di campo inquadrato dal tuo sistema macchina/obiettivo.

Se il materiale (leggi sensore più elettronica per le DSLR) su cui la luce va a finire fosse lo stesso e tu stampassi il risultato con il medesimo fattore di ingrandimento otterresti lo stesso identico risultato facendo foto alla stessa focale e con stessi valori di tempo e diaframma.

La stampa prodotta dall'originale APS-C sarebbe solo più piccola di quella prodotta dall'originale FF (simili differenze per APS-C VS sensore di un compatta).

 

Nella realtà le cose non vanno così e si punta ad ottenere foto che abbiano la stessa dimensione finale (che sia la carta da stampa desiderata o la dimensione del display su cui osserviamo le foto); la foto proveniente dalla macchina APS-C viene quindi ingrandita di più e quella di una compatta (o cellulare) ancora di più.

Questa è la prima differenza pratica e per questo motivo, anche al fine di assicurare teoricamente maggiore nitidezza, sulle macchine con sensore ridotto vengono normalmente stipati più 'pixel' o meglio non più in assoluto ma più per unità di superficie. I 'pixel' sono quindi più piccoli sempre in base alle scelte pratiche dei costruttori.

Questa è la seconda differenza pratica ed è per questo motivo che le macchine con sensore ridotto producono più rumore o meglio per esse il rapporto tra rumore e segnale (l'immagine che vorresti riprendere) è maggiore che per le macchine con sensore più grande (che abbiano simile numero di pixel ovvero pixel più grandi).

 

In generale e in pratica quindi una FF produce immagini con più qualità perché raccoglie maggiori informazioni (è un elemento puramente geometrico), ma poi moltissimo dipende da cosa ci fai con queste informazioni per cui la generazione del sensore e soprattutto dell'elettronica ad esso dedicata contano molto sul risultato.

Anche l'obiettivo fa la sua parte e a fa decisamente, ma il discorso potrebbe durare ore ;)

 

Per tornare ai lavori di diaframma che tu poni nella richiesta un effetto (pratico) della dimensione del sensore è la maggiore profondità di campo che si ottiene con sensori più piccoli, ma non dipende dalla dimensione bensì dal fatto che per ottenere la stessa immagine (area inquadrata) dovrai usare una diversa focale (più corta) e/o metterti a diversa distanza dal soggetto (maggiore) e ingrandire di più il risultato: tutto questo influenza la sensazione di sfocatura e nitidezza delle diverse aree dell'immagine e quindi la profondità di campo del risultato finale.

 

In conclusione non puoi equiparare le coppie obiettivo / sensore che dici né perfettamente né approssimatamente perché devi fissare una ampio numero di altri parametri.

In pratica una macchina con sensore da 1 pollice ti restituirà immagini con profondità di campo maggiore rispetto ad una con sensore APS-C (quindi proporzionatamente più grande) a parità di focale, apertura del diaframma e distanza dal soggetto ma starai inquadrando una cosa diversa che vorrai ingrandire di più.

Se usi diaframmi più aperti (come sembra tu voglia dire - anche se quella è solo l'apertura massima) stai in parte compensando il fatto che le focali / distanze / ingrandimenti saranno diversi al fine di ottenere risultati simili.

 

Perdona la confusione che probabilmente ho creato ;)

Io ho una macchina con sensore da 1 pollice e fa foto molto belle. Mi piace perché la posso mettere in tasca e portare sempre con me.

Ho anche una macchina con sensore full frame e obiettivi che costano ciascuno come tutta la 'compatta' e quando posso la porto con me; fa foto molto belle pure questa ;)


#3 Piero Gi

Piero Gi

    Nuovo arrivato

  • Inattivo
  • StellettaStellettaStelletta
  • 5 messaggi
  • Time Online: 6h 4m 34s

Inviato 26 gennaio 2018 - 10:56

Grazie Mauro per la risposta incredibilmente esaustiva. :)


#4 ugogaggio

ugogaggio

    Nuovo arrivato

  • Membersss
  • StellettaStellettaStelletta
  • 3 messaggi

Inviato 02 febbraio 2018 - 17:54

Sottoscrivo in pieno quanto detto da Mauro. Ho una compatta con sensore da 1" che porto sempre con me, è il mio terzo occhio, che mi rende, con i suoi limiti delle foto splendide. L' APS-C la utilizzo per l'avifauna per il crop di 1.5x. Ho anche una FF che utilizzo per avifauna quando c'è poca luce e per riprese di interni per la tenuta agli alti ISO. L'unico handicap che ho riscontrato nell'utilizzo della compatta con sensore da 1" è la scarsa profondità di campo che si riesce ad ottenere in macro in quanto con un sensore abbastanza grande non chiude il diaframma abbastanza. Con una compatta con il sensore da 1/2.3" a parità di diaframma e focale equivalente si ottengono delle macro con una profondità di campo notevolmente superiore, per APS-C e FF le ottiche chiudono molto di più e consentono di aumentare la profondità di campo.



 

Ti va di esprimere la tua opinione su questo argomento?

E' più semplice di quanto credi! Basterà accedere con il tuo attuale account social cliccando qui e in pochi secondi potrai interagire con il nostro forum, pubblicare le tue fotografie, ricevere i commenti dagli utenti e dal nostro staff commentatori, il tutto in un ambiente cordiale e accogliente.

Ma sopratutto qui è tutto gratis, l'accesso è libero e aperto a tutti, qualunque brand tu possegga. Abbiamo 120.000 iscritti che aspettano di vedere le tue bellissime fotografie. Dai!!

 

 

 

Aspetta, non andare via!! Ci sono altri contenuti del forum che potrebbero interessarti, guarda qui sotto:




Similar Topics Collapse

3 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 3 visitatori, 0 utenti anonimi



Il Nikon Club Italia è parte integrante dell'Associazione Nazionale Domiad Photo Network, Associazione di tipo NO-PROFIT, Cod.Fisc. 97034510780, scarica qui il nostro Statuto (clicca).